666 Park Avenue – Season 1 Ep. 1 e 2

Quello che mi ha attirato principalmente della serie 666 Park Avenue, è stato chiaramente il tema portante. Da quello che avevo letto in giro, mi ero fatto un’idea personale di quello che forse ci avrei trovato dentro, e devo dire che sinceramente la cosa non mi stava per niente dispiacendo…
Il problema però è che quello che mi stava interessando, differisce un po’ da quello che alla fine ci ho trovato dentro, e l’interesse si sta leggermente smorzando. Da quanto avevo letto al riguardo, anche se non ricordo esattamente dove, avevo compreso che il palazzo al centro della serie fosse una trasposizione edilizia del Faust. Pensavo quindi che fosse un posto in cui gli inquilini che ci vanno ad abitare, vedono 666pa1esauditi i loro più profondi desideri, in cambio ovviamente di quello che di solito viene chiesto in patti del genere da entità diaboliche. La cosa in effetti non si discosta molto, ma non avevo preventivato la presenza di una coppia fissa di protagonisti, nello specifico Jane ed Henry, che desiderosi di fare carriera ed avere successo, si trasferiscono a New York e trovano lavoro all’interno del Drake, un palazzo costruito nel lontano 1923, e che pare nasconda tetri ed oscuri segreti.
I due si ritrovano quindi ad avere uno splendido appartamento, ed a doversi occuparsi di un lavoro che in teoria potrebbe occupare pochissimo del loro tempo, come potevano non rifiutare? Ovviamente era tutto troppo bello per essere vero, e mentre i due cominciano a conoscere alcuni degli inquilini del palazzo, Jane comincia a sviluppare un feeling particolare con l’edificio, fino al punto da cominciare a fare strani sogni collegati col passato.
Naturalmente tutto ruota intorno al direttore del Drake, Gavin Doran (che molti di voi conosceranno meglio col nome di Locke) e di sua moglie Olivia, che pare tessano la rete dei destini degli inquilini del palazzo. Nel primo episodio infatti, è proprio Gavin che mette in chiaro le cose con il signor Barlow, a cui era stato imposto di dover eliminare alcuni elementi scomodi del panorama politico della città, per riavere al proprio fianco la moglie morta suicida qualche tempo prima. Si avete capito bene…
Nel secondo episodio invece, il riflettore passa sulla coppia Brian e Louise, commediografo spiantato lui, fotografa lei, che oscillano tra l’incidente della ragazza con l’ascensore, e la ragazza della finestra del palazzo di fronte che non disdegna di farsi guardare da Brian dalla finestra in qualsiasi momento della giornata.
Nel frattempo, Jane scopre un’infestazione di uccelli in un passaggio dietro al muro dell’appartamento di Barlow, che sembra magicamente sparito pare si sia improvvisamente trasferito. Il tutto la porterà nel seminterrato, dove oltre ad un mosaico raffigurante un drago, troverà anche una porta murata. E qui ci stanno molto bene le parole del disinfestatore, che saggiamente pensa che se qualcuno ha murato una porta, avrà avuto le sue buone ragioni…

666pa2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...