Lucy

Ammetto che la visione del film è stata spinta da pochi sprazzi di trailer (visto di sfuggita e manco integralmente), e dal fatto che la protagonista fosse Scarlett Johansson (aka Vedova Nera negli Avengers giusto per fare un esempio commerciale). Diciamo che ho reagito un po’ come i miei tre amici S. O. ed A., che al cinema davanti al cartellone di Irreversible, hanno risolto così la seguente equazione:

Irreversible + Monica Bellucci + film vietato = ENTRIAMO A VEDERLO.

Per Lucy in effetti confesso che il mio giudizio non è stato da meno, e la mia voglia di vedere il film deriva da una somma un po’ più nerd:

Scarlett Johansson + superpoteri + Scarlett Johansson (l’ho già detto?!) + sconto Grande Cinema 3 = ANNAMO.

Di conseguenza, non mi sono né informato sul resto del cast (non sapevo ci fosse pure Morgan Freeman infatti), né su altre informazioni di contorno, come per esempio che il regista fosse Luc Besson e che il film fosse di produzione francese…

lucy1I film prodotti in Francia, se devo essere onesto, di solito non mi fanno impazzire, anzi riesco a digerire solo alcuni dei film con Jean Renò, ed ogni volta che si parla di queste produzioni, non posso che pensare alla saggia frase del mio amico A. (che siccome non è lo stesso A. di prima, da ora in poi chiameremo K.). Ebbene, la perla di saggezza di K. è questa: “quando scarichi un determinato film da internet, molto spesso non è effettivamente quello che stavi cercando, ma è un altro film rinominato da degli sharer burloni. Il problema è che, se quando lo guardi ti accorgi che è un porno, ok, basta spostarlo nella cartella giusta, ma se invece ti accorgi che hai scaricato un film francese che cazzo ci fai?!”.

Divagazioni a parte, il film parla appunto di Lucy, una ragazza che al momento vive in Cina e che senza volerlo si ritrova immischiata in un traffico di una nuova droga a base di CPH4, una sostanza prodotta durante la gravidanza, e che pare dia la forza alla nuova creatura per poter crescere e sviluppare ossa e tutto il resto. La ragazza viene costretta a portare a destinazione una delle sacche contenente la droga, che per “sicurezza” le viene impiantata nell’addome dopo un intervento chirurgico. Come nelle peggiori fiabe però, qualcosa va storto, e la droga fuoriesce dalla sacca inondando il corpo di Lucy, che per reazione comincia a sviluppare capacità cerebrali in grado di usare più del 10% del potenziale umano, andando a confermare le teorie del professor Samuel Norman, che sul cervello umano ha dedicato un’intera vita di studi, e che non rifiuterà il suo aiuto alla protagonista.

Il problema principale del film, è che dopo un inizio leggermente differente, diventa una rivisitazione di Matrix, con la Johansonn al posto di Keanu Reeves, ma con un’identica presa di coscienza del protagonista del poter alla fine quasi incarnare Dio in persona, ma senza lo stesso fascino e la stessa atmosfera che i fratelli Wachowski sono riusciti a dare al loro capolavoro. Comprensibile il fatto che un traffico di droga possa essere gestito dalla malavita, ed ok, ma che sia in città che in ospedale, una donna possa girare tranquillamente armata senza che nessuno cominci a fuggire urlando, mi pare un attimo esagerato… Stessa cosa per la scena dello scontro finale tra mafiosi e polizia francese, prima del quale gli asiatici si sono organizzati con un arsenale degno di John Rambo, ma che nessun poliziotto o passante è riuscito a vedere… Cazzatelle eh, per l’amor del cielo, ma uno alla fine ci fa comunque caso, e ti lasciano un po’ come direbbe la mia amica F.: “Come on, seriously!?” (frase che io odio terribilmente, e che… si, adesso te l’ho detto, e forse sono nella merda… ma ci penserò poi). Inutile concludere quindi dicendo che la pellicola non mi ha entusiasmato quasi per nulla, idem anche per F. che sotto obbligo e minacce di sua spontanea volontà ha visto il film insieme a me. E’ tutto un qualcosa di già visto, e le similitudini con il film dei fratelli Wachowski  sono fin troppe. Una cosa a suo favore però la si può dire: c’è Scarlett… ma credetemi, è l’unica.

lucy2

Annunci

6 commenti su “Lucy

      • Ha 10 anni precisi. Complimenti per l’avatar: non ho mai letto Deadpool, ma sono un grande fan dei fumetti Marvel. Se non lo stai già facendo, compra Devil e i cavalieri Marvel: proprio questo mese è uscito in edicola il numero 1, e contiene quelle che in questo momento sono le mie serie preferite della Marvel (il Devil di Mark Waid e il Punitore di Edmonson). Grazie per la risposta! : )

        Mi piace

  1. Eheh, Deadpool è fantastico, speriamo che il film sia all’altezza del personaggio.
    Devil e i cavalieri Marvel lo seguivo, ora ho sospeso perché da un bel po’ di tempo i fumetti riesco solo a comprarli ed impilarli in un angolo della stanza, sono in arretratissimo con la lettura… T_T

    Mi piace

    • Io gli albi singoli riesco ancora a leggerli poco dopo l’acquisto, mentre il discorso cambia quando compro i volumi: ciascuno di loro per numero di pagine equivale a 6 albi singoli come minimo, quindi spesso mi sta a fatica leggerli e li abbandono sullo scaffale, da dove li prenderò quando mi capiterà una serata in cui ho molto tempo libero. Buona giornata, e buone letture! : )

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...