Chi ha tempo, non aspetti tempo… #1 Lucca Edition

Spesso ho sentito dire questa frase: Chi ha tempo, non aspetti tempo…
Non mi sono mai soffermato sul significato reale e superiore che possano assumere queste parole, se non nell’ultimo periodo della vita che sto vivendo, ma per venire incontro alle mie limitate risorse psichiche e mentali del momento, continuerò ad attribuirle il solito significato puerile e superficiale che ha avuto nel passato…
Quando si parla di tempo che manca però, non si può non far riferimento al Bianconiglio di Alice nel Paese delle Meraviglie, con cui ultimamente sento un’affinità ed una somiglianza marcata. E non parlo solo per essere sempre in ritardo e con poco tempo a disposizione, ma anche per il fatto di essere diversamente magro e perennemente vestito come qualcuno del secolo scorso…
Di conseguenza, dopo un lungo periodo di inattività (si fa per dire), urge un recap generale, veloce, “breve e circonciso”… E siccome c’ho pure la demenza senile che avanza, lo facciamo a suon di musica, quindi premete play sull’apposito pulsante nel riquadro di Spotify che segue, leggete il supporto al testo della canzone, ed enjoy the moment…

Six winds blow as one.
They will turn the tide.
We are marching on,
standing side by side
and we’ll carry on
until all the fire is gone.
Blown away,
away to lands beyond.
Winds blow as one.

Lucca Comics & Games 2014 è terminata. Si… Da quasi un paio di mesi a dire il vero… Ci sono tornato, lo avevo detto QUI, e diciamo che le cose non sono andate proprio come mi immaginavo… Ho passato tutto il mio soggiorno lucchese tra extrasistole ed ansia, tanto che mi sentivo quasi più contento quando riuscivo a stare per cinque minuti di fila con dei battiti regolari, piuttosto che davanti a persone come Zerocalcare e Roberto Recchioni, di cui trovate delle piccole interviste rispettivamente QUI e QUI.

They try to oppress us.
Steal the faith out of our lives.
Still they are the flame for dreadful fires.
They try to undermine us
night by night.
Now they are unmasked. They’re full of lies.

They never learned how to stand as one.
And how to abandon fear.
We will be their storm-wall closing in.

Nonostante quanto si possa pensare dei reboot o remake di vecchi cartoni del passato, il nuovo film de I Cavalieri dello Zodiaco a me è piaciuto, e pure parecchio. Ho avuto l’opportunità di vederlo ad una anteprima per la stampa sempre a Lucca, e potete leggerne qualcosa QUI. Tra l’altro, l’uscita è stata anticipata a l’8 Gennaio 2015, quindi cercate di andarvelo a vedere…

If I die in Battle,
find dark blood upon my steel.
If I die in Battle,
tell them I stood, and never kneeled.
If I die in Battle,
my soul will be saved and gone.
I won’t die in Battle.
I’ll fly north with six winds blowing as one.

Con i colleghi della redazione abbiamo incontrato un bel po’ di cosplayers, e tirato fuori parecchie foto; sono state racchiuse in alcuni alcuni post: il più puccioso dei bambini QUI, quello delle cosplayers più belle QUI, e quello della gallery finale QUI. Ancora rido per la campagna di sensibilizzazione di un “utente Facebook” contro fotografi e giornalisti che fanno questo tipo di articoli (riferito a quello delle cosplayers più belle chiaramente), mentre una ragazza (la sua credo) cercava in tutti modi di spiegargli (vanamente) che i toni ironici del post erano MOLTO evidenti… Ma ahimè, non è che quando hanno distribuito il senso dell’umorismo e dell’ironia eravamo tutti in fila eh… (figuriamoci poi per le capacità cognitive, che forse mentre venivano distribuite qualcuno stava in fila per guardare il Grande Fratello…).

They did not await us
and the kingdom we will raise.
Yes we are their nightmare deep within.
They underestimate us.
Our faith alive
for our freedom and our new life to begin.

Sono stati due giorni decisamente intensi, di fretta, di corsa, e con un concentrato di sfiga e di sfortuna che la metà bastava per due anni. La macchina di Angelo che si scassa e noi che rimaniamo a piedi, il wifi che in hotel scade proprio quando ti serve, il passaggio per l’aeroporto che di conseguenza salta, il dover trovare un mezzo di trasporto che ci porti in orario per non perdere l’aereo, la marea di gente che in coda al gate arrivava fino a fuori l’edificio… Nzomma, se semo divertiti…

Alla fine comunque la cosa non è andata proprio malissimo, in fondo un po’ numeri li abbiamo fatti, mi dispiace solo esser dovuto andare troppo di fretta, senza poter dare la giusta attenzione a tutto (amici compresi). Indi poi la quale poscia, finite di ascoltare la canzone, e ci si sente alla prossima, che spero non sia direttamente nel 2015…

They will never bring us down.
They never rule our life.
We will be a tempest rising high.

What might end we’ll start again.
We will never die.
We will be a thunderstorm of life.

Annunci

3 commenti su “Chi ha tempo, non aspetti tempo… #1 Lucca Edition

  1. Pingback: Zerocalcare ed uno dei misteri della vita… | The Demon's RPG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...